BIO E.P.

Gentile Lettrice / Lettore,

in una realtà odierna dove le nostre esistenze vengono gestite da un’inconsueta pluralità di bio-poteri e ciascuno con la propria agenda, due sono le visioni adattive predominanti del mondo: l’assolutismo essenzialista (per il quale “tutto” è stato disegnato in precedenza presentando un ordine immutabile) e l’evoluzionismo relativista postmoderno (per il quale anche la vita umana e i suoi riti e istituzioni, compresa la conoscenza, sono processi e costrutti storici in evoluzione). L’assolutismo essenzialista costituisce il background adattivo con cui gran parte della popolazione si riconosce compromettendo, di fatto, anche il futuro di chi (come loro) ancora non si è “alfabetizzato” nei termini postmoderni di codificazione e decodificazione delle realtà emergenti.

Queste considerazioni vengono di solito snobbate come “intellettuali”, tuttavia esse alludono alla vita di tutti noi e a tutti i livelli, medicina compresa, ma poche sono le risorse destinate a sviluppare abilità culturali adattive postmoderne che consentano di orientare le nostre esistenze nelle realtà emergenti.

Cercare di compensare questo deficit di strumenti culturali adattivi ai nuovi scenari sociali è l’intenzione di questo progetto editoriale.
In questo contesto, si realizza il trimestrale come mezzo per partecipare a :

  • percepire la realtà in termini postmoderni, ovvero in termini di un’ontologia costruita da noi, gruppi sociali, nel tentativo di comprendere il mondo che ci capita e di attribuirgli un senso;
  • comprendere la medicina come costruzione sociale, un predicato il cui soggetto è storico, sociale e linguistico;
  • collocare la medicina come sapere strumentale e insieme di pratiche adattive per fronteggiare le necessità di noi, gruppi sociali, che in tali prassi ci riconosciamo;
  • comprendere il carattere convenzionale della medicina e delle derive etiche che questa dimensione schiude;
  • una riflessione storica circa la possibilità di un nuovo paradigma della medicina che consenta di ridurre i disguidi della sanità.

Direttore Responsabile: Rinaldo Octavio Vargas, sociologo
Editing: Eugenia D’Alterio, biologa
Collaboratori: Daniela Brillante, Daniela Bolignano, Giovanni Amarone e Bartolomeo La Ferola
Grafica ed impaginazione:Teresa Di Somma

Editore CEMON

Il trimestrale, pubblicato con autorizzazione del  Tribunale di Napoli registro stampa n. 3724 del 1-4-1988 e iscritto al ROC al n. 22480 in data 16.05.2012, è pubblicato dal settore Editoriale CEMON (Centro di Medicina Omeopatica Napoletano), con sede legale a viale Gramsci 18, 80122 Napoli, Italia. Il periodico in oggetto esclude l’inserimento di pubblicità e viene distribuito mediante spedizione in abbonamento postale.

Per ricevere il trimestrale scarica il PDF

Scarica i numeri precedenti in formato PDF

Numero 1 – Marzo 2012
Numero 2 – Giugno 2012
Numero 3  -Settembre 2012
Numero 4 -Dicembre 2012
Numero 5 – Marzo 2013
Numero 6 – Giugno 2013
Numero 7 – Settembre 2013
Numero 8 – Dicembre 2013
Numero 9 – Marzo 2014
Numero 10 – Giugno 2014
Numero 11 – Settembre 2014
Numero 12 – Dicembre 2014
Numero 13 – Marzo 2015
Numero 14 – Giugno 2015
Numero 15 – Settembre 2015
Numero 16 – Dicembre 2015
Numero 17 – Marzo 2016
Numero 18 – Giugno 2016
Numero 19 – Settembre 2016
Numero 20 – Dicembre 2016
Numero 21 – Marzo 2017
Numero 22 – Giugno 2017
Numero 23 – Settembre 2017
Numero 24 – Dicembre 2017
Numero 25 – Marzo 2018

Newsletter

Dichiara di aver letto la Privacy Policy

Pin It on Pinterest

Share This