Intervista al Dottor Nicola Villano

Medico Chirurgo

Fisiopatologia della Nutrizione

Omeopatia - Medicina Naturale

http://www.nicolavillano.it/


 
Quali sono i suoi consigli in Primavera? Sappiamo che il corpo rinnova le sue cellule in questo periodo e che tossine depositate durante l’inverno cominciano a mettersi in circolo. Come ci disintossichiamo? Che prodotti usare? Cosa mangiare?


E' questo il momento perfetto per disintossicare il corpo, un'ottima occasione per aumentare la sua energia, rendere migliore la digestione e le altre funzionalità dell'organismo, riposare meglio, rinvigorire le capacità mentali e migliorare l'umore.
La primavera (intesa come rinascita)  oltre ad essere rigenerazione è  anche purificazione, da tutti i punti di vista . Essa con i suoi frutti colorati e le sue verdure salvifiche ci viene incontro anche alimentarmente .
Ovviamente in questa fase  bisognerebbe ridurre o meglio eliminare carne e latticini per un periodo: questi alimenti infatti sono acidificanti e mettono a dura prova reni ed intestino. E poi mangiare tante verdure nuove che la primavera ci dona . Bisognerebbe fare  in modo che i  pasti siano composti per almeno il 70% da verdure. bisognerebbe inserire nella dieta non solo insalatone e vegetali crudi o cotti a vapore ma anche qualche buon succo di verdure fresche e frutta.
Altra raccomandazione è bere tanta acqua: è il mezzo più potente ed economico che possediamo per eliminare le tossine! Per avere un effetto ancora più disintossicante potete berla tiepida al mattino con l'aggiunta di un po' di succo di limone fresco. Il limone aiuterà ad alcalinizzare...
Mangiare poi legumi: in particolare fagioli e lenticchie.
Evitare gli snack confezionati e sostituirli con una manciatina di mandorle o altra frutta secca, carote crude, frullato con frutti di bosco e yogurt di soia e similari.
Infine fare esercizio fisico,  muoversi migliora la circolazione e questo significa che del sangue maggiormente ossigenato arriverà ai vostri organi e tessuti migliorando anche la loro funzionalità.
Da un punto di vista terapeutico, praticare un  drenaggio significa  fare eliminare all'organismo le scorie tossiche accumulate. la  Betula verrucosa linfa 1D, macerato glicerinato, è uno dei rimedi che maggiormente facilita la eliminazione di scorie dall'organismo.
Io  personalmente  prescrivo il DETOX FEE ELISIR 200 ML .  
Per un trattamento profondo di drenaggio e detossificazione, della durata di 28 giorni: due MISURINI due VOLTE AL GIORNO in un bicchiere d’ acqua .  In alternativa 3 MISURINI  in un litro e mezzo d’acqua da bere durante il giorno.
Anche la Fumaria va bene , con una intensa azione depurativa può essere associata al trattamento, sotto forma di infuso, utilizzandone 30 grammi per litro di acqua, facendo una infusione di 15 minuti, e bevendone due o tre tazze al giorno per un massimo di 10 giorni consecutivi.
Elemento cardine della disintossicazione sono infine oligoelementi come  lo Zinco, il Rame, il Manganese e il Selenio  che vanno assunti nella misura di una dose a giorni alterni , per un periodo di almeno  60 giorni.


E per la pelle matura del viso, ci sono particolari attenzioni da prendere in previsione dell’esposizione al sole dei prossimi mesi?


la pelle deve essere considerata come un organo vero e proprio e le sostanze cosmetiche applicate su di essa devono avere la sola funzione di detergerla, nutrirla  e aiutarla a disintossicarsi per svolgere in maniera ottimale le sue funzioni. Una pelle matura necessita maggiormente di questi trattamenti e, in verità,  andrebbe evitata l'esposizione al sole, ma se proprio non se ne può fare a meno,  la pelle va assolutamente preparata con le creme adatte .
Gli ingredienti devono quindi comportarsi come ‘cibo per la pelle’, da essa riconosciuti chimicamente  e vibratoriamente, da essa assorbiti con facilità sia a livello epidermico che, in parte, in quella generale, e metabolizzati per entrare poi a far parte della struttura biologica interna.
 
Quali prodotti in light prescrive ? Che ne pensano le sue pazienti che hanno usato la linea Inlight, del nuovo Inlight line softener e del Supreme Eye serum?


Mi piace prescrivere ai miei pazienti prodotti che funzionano e che, in qualche modo, riescono a  fare l'unica cosa che devono fare: nutrire e idratate .


Io penso che i prodotti Inlight rispondano perfettamente a queste esigenze . La maggior parte delle mie pazienti sono molto soddisfatte e, devo dire, che una volta assaggiato il prodotto prescrittole, da sole si incuriosiscono ed estendono la loro scelta attingendo dalla vasta gamma della linea inlight. Una piccola percentuale trova invece l’ assenza di acqua  e di siliconici come un difetto e percepiscono  le creme come molto grasse ed untuose (che in effetti sono la loro forza ) e abbandonano in definitiva il prodotto.
I prodotti che più prescrivo sono Organic Firm &Tone Oil per gambe con cellulite , funziona meglio dopo una doccia o un bagno caldo , versando la quantità necessaria nel palmo della mano e applicata sulle zone del corpo che hanno bisogno di essere trattate e tonificate.  E' questo un  olio che prescrivo  anche per tonificare la zona seno.
L'Organic Night Balm è un prodotto fondamentale per nutrire e rigenerare di notte le pelli molto mature o molto disidratate o pelli che devono esporsi al sole.
Organic Daily  Face oil   insieme al Line Softener (intensive formula)  sono i prodotti (antirughe) che più mi danno soddisfazione dal punto di vita "estetico"
Infine trovo che L’ultima creatura "eye supreme"  sia un  prodotto "prezioso" oltre che "supremo" . A  detta delle mie pazienti , ridona lucentezza turgore ed elasticità  sin dalle prime applicazione
 
Lei pensa che sia importante che i prodotti per la pelle siano biologici e senza conservanti?


Certo, trovo che sia una necessità. Perché , non è tanto facile far penetrare delle sostanze cosmetiche, ciò lo si deduce dal fatto che la pelle è sì permeabile, ma solo ad alcune sostanze con determinate proprietà chimiche e strutturali. Infatti, le cellule epidermide svolgono funzioni di secrezione e di protezione, ma non di assorbimento. Inoltre, tanto più lo strato corneo è spesso, maggiori sono le difficoltà nel passaggio. Ne deriva quindi che la penetrazione cutanea avviene unicamente per diffusione passiva, cioè molto lentamente e solo una piccola parte delle sostanze depositate sullo strato corneo riesce a penetrare nella cute vitale.
La sostanza lipidica tra lo stato corneo blocca la diffusione dell’acqua, rendendo la pelle impermeabile all’acqua ed a molte sostanze (teoricamente terapeutiche).
La “fitocosmesi biologica moderna coi suoi  olii essenziali, invece, sono molto penetranti, riescono ad arrivare addirittura al circolo ematico.
Il collagene, elastina, acido ialuronico, chitosani, per il loro elevato peso molecolare, non superano lo strato corneo, svolgono quindi azione soprattutto filmogena.
Gli olii minerali come vaselina e la paraffina (contenuta nei rossetti) non hanno alcun potere di penetrazione. Gli olii  vegetali invece possono penetrare più facilmente negli spazi intercorneocitari svolgendo anche azione restituiva.