La vita contemporanea è sovraccarica di visioni sul futuro. Mentre Nietzsche ha lamentato il surplus di senso storico e metafisico che schiacciava la vecchia Europa sotto il peso del suo passato, ora stiamo soffrendo perché ossessionati da quello che ci aspetta.