Cemon è lieta di offrire ai propri clienti uno sconto di 2 euro a chi sottoscriverà un abbonamento per 12 numeri della rivista L’altra medicina magazine.

L’altra medicina magazine è un mensile comparso sul mercato editoriale italiano nel settembre 2011.

Si occupa di medicina naturale e dei saperi delle antiche tradizioni giunti fino ai nostri giorni. Senza banalizzare, come spesso si legge sui giornali: perciò niente facili promesse, paternalismi e ricettine ad effetto. Agli esperti che scrivono viene offerta la possibilità di dire la loro, senza costringerli ad adottare uno stile sensazionalista, che porta a risultati comici.

Ecco di cosa parla L’altra medicina magazine:

Omeopatia: gli autori sono i membri della FIAMO, gli omeopati che si rifanno ad Hanhemann senza compromessi, medici che praticano nei loro ambulatori tutti i giorni.

Erbe officinali: per andare alle fonti è stato scelto di puntare su professionisti, non giornalisti, che si occupano di fitoterapia.

Agopuntura e medicina tradizionale cinese: per L’altra medicina magazine scrivono gli specialisti della scuola So-wen di Milano, la prima ad aver portato questa tradizione in Italia.

Ayuveda e Yoga: di questi argomenti scrivono con entusiasmo e conoscenza assoluta i fondatori dell’Ayurvedic Point di Milano.

Nutrizione naturale: vegetarianesimo e vegan in primis, con alcuni dei più autorevoli esponenti di questo orientamento. Senza alcuna preclusione verso altre forme di concepire l’alimentazione.

E poi, all’interno della rivista, si parla anche di tecniche di meditazione, psicoterapia, aromaterapia, floriterapia, di viaggi, libri e nuove idee. Con un occhio di riguardo a quanto accade sul mercato, senza peraltro dipendere da questo.

 

L’altra medicina magazine dà spazio ad autori su discipline cui raramente viene concesso spazio sui media. E lo fa volentieri.

 

Per abbonarsi a 12 numeri dell’Altra medicina magazine al prezzo scontato di 22 euro (anziché 24) mandate una mail all’indirizzo abbonamenti@laltramedicina.it, scrivendo nell’oggetto della mail la parola “Cemon”