Lo chiamano mal d’autunno, quell’insieme di sintomi psichici e psicologici che affliggono tante persone e tanti animali nel passaggio dalla bella stagione all’inverno.

Si stima che in Italia ben un quarto della popolazione femminile ne sia colpita.

 

Malgrado ci sentiamo tutti rinfrancati e riposati dalle ferie appena trascorse, il ritorno a casa non è del tutto scevro da disturbi.

I nostri amici a quattro zampe hanno trascorso giornate all’aperto, al mare o in montagna e molte ore al giorno in più in nostra compagnia; per quelli rimasti a casa accuditi da altri o in pensione, rivederci è una gioia, ma il senso dell’abbandono subito non è detto che lasci subito spazio alla gioia!

Anche noi “bipedi” ci eravamo abituati a ritmi di vita “umani” … dormire di più, riposare, stare all’aria aperta, camminare, nuotare, recuperare il rapporto con i nostri cari, a due e quattro zampe; rientrare significa ritornare alla routine, al lavoro, ai ritmi di nuovo stressogeni.

Insomma al rientro vanno fatti i conti con tutti questi cambiamenti!

Noi ricominciamo a lavorare con gli stessi ritmi di sempre, ed i nostri amici restano di nuovo più soli.

Ed oltre al fattore psicologico anche quello fisico può darci noia.

Con l’avvicinarsi dell’inverno, infatti le ore di luce diminuiscono, il clima si rinfresca;

ci possono essere pioggia, fresco ed umidità.

Non proprio un toccasana per le nostre vie respiratorie e le nostre articolazioni.

Ma la sintomatologia che avvertiamo, come sonno, maggior bisogno di cibo, ansia, stanchezza, non ha soltanto origini psicologiche;

le nostre ghiandole, e quelle dei nostri animali, sono infatti influenzate oltre che dai ritmi circadiani, anche dalle variazioni climatiche.

L’ipofisi secerne l’acth, ormone che stimola il surrene a produrre cortisolo, il cortisone naturalmente prodotto dall’organismo.

Con bruschi abbassamenti di temperatura la produzione di acth e di cortisolo aumentano, rendendo tante persone, e tanti animali, irritabili, ansiose e nervose.

Anche le endorfine endogene, e la serotonina, in grado di darci sensazioni di appagamento e buonumore, e dalle proprietà analgesiche, tendono a diminuire, e questo fatto unito all’umidità climatica in aumento, può aumentare la percezione dei dolori muscoloscheletrici.

Il sistema immunitario è quindi messo a dura prova e virus e colpi di freddo possono far capitolare le nostre difese provocando sgradevoli disturbi respiratori e da raffreddamento.

 

Come difenderci quindi dalle insidie del mal d’autunno???

 

Sia noi che i nostri amici pelosi possiamo giovarci di una serie di integratori alimentari che possono aiutarci a superate questo momento di transizione.

Per l’umore, in particolare per tenere a bada l’ansia possiamo scegliere il QUIET FEE, fitoembrioestratto a base di tiglio, biancospino e fico , in grado di riequilibrarci e di digerire il quotidiano; anche una miscela di ribes nero, ontano nero e biancospino, racchiusi nel SOS FEE, ci possono sostenere in situazioni di stress come queste, quando l’organismo ha necessità di essere stimolato al massimo delle sue potenzialità.

 

Per stimolare invece le difese immunitarie in modo aspecifico, ed in particolare a livello delle vie respiratorie, possiamo assumere l’integratore a base di noce, olivello spinoso e rosa canina, il FERMENT FEE. Ottimo coadiuvante nella stimolazione immunitaria a livello di cute e mucose, sia respiratorie che intestinali, e molto ricco di vitamine, soprattutto la C, ma anche altri componenti quali le vitamine  A ed E ed il ferro, che giocano un ruolo fondamentale nella difesa del nostro organismo.

Per prevenire o coadiuvare le affezioni virali, possiamo prendere in considerazione un’associazione simbionica quale il VIRAL FEE, a base di olivello spinoso, ribes nero ed ontano nero. I tre principi sono infatti in grado di agevolare la naturale risposta d’attacco che il nostro organismo mette in atto contro i virus.

Per le articolazioni improvvisamente arrugginite e doloranti, una miscela di mirtillo rosso, pino mugo e vite, contenute nell‘ARTRO FEE può ridare sollievo e scioltezza.

E da ultimo, ma non ultimo per efficacia, un integratore alimentare multivitaminico a base di un’alga detta alga verde-azzurra, costituito da oltre 70 micronutrienti tra i quali vitamine minerali, oligoelementi, acidi grassi, aminoacidi essenziali, bioflavonoidi, il BLUE TONIC, meraviglioso coadiuvante in tutte le situazioni di stress ed affaticamento che richiedono un aiuto per avere una marcia in più.

 

Tutti i prodotti citati fin da ora sono integratori alimentari dedicati all’umana, ma possono essere utilizzati, previo consenso del veterinario curante, anche nei nostri animali, aggiustando la posologia a quella indicata come pediatrica.

 

BUON RIENTRO A TUTTI, BIPEDI E QUADRUPEDI!!!!!!!