Perché non regalarci autentici trattamenti SPA  a casa?

La vita quotidiana ci impone ritmi serrati, un aspetto impeccabile e risultati performanti.  Un’epoca questa,  all’insegna dell’apparire e dimentica dell’essere.
La natura ci ricorda che la via più breve per un bell’apparire sia proprio un bell’essere, che richiede lo stato di ben-essere.
Piccole strategie di ripristino del benessere, che ci permettano di fluire col ritmo vero e profondo della vita, possono essere utili come una vacanza in una SPA.

Detox dentro e fuori.

Cominciamo con la pulizia, la pulizia profonda della nostra casa intima, il corpo.

Questa meravigliosa struttura, unica nel suo genere, come unico è ogni essere umano, è il contenitore non solo dei nostri organi vitali, ma anche delle nostre emozioni, del nostro modo unico di relazionarci, della nostra anima.
Il corpo è lo specchio delle nostre azioni ed al tempo stesso la testimonianza incarnata del vivere.  Il vivere implica movimento, cambiamento, incessante fluire da uno stato ad un altro, e la nostra struttura mente-corpo-emozioni è estremamente dinamica.

In ogni istante della nostra vita introduciamo nel nostro organismo alimenti in differenti forme (cibo, aria, emozioni), in ogni istante milioni delle nostre cellule sono all’opera per trasformare, elaborare, distruggere e costruire, con movimenti impercettibili ed incessanti, il fenomeno della Vita.
Milioni di cellule che lavorano in sinergia tra loro per favorire il miglior benessere possibile, ovvero la Salute, dell’organismo cui appartengono.

Come aiutare il nostro corpo nel suo compito? 

Collaboriamo nell’eliminare ciò che gli è estraneo, e favoriamo tutti i suoi processi di costruzione, dedicandoci, per 15 giorni, due volte all’anno, alle “pulizie di primavera ed autunno”.
Ognuno di noi sa che il nostro corpo, in coincidenza con le stagioni intermedie, mette in atto delle piccole rivoluzioni, che coincidono con un rinnovamento.  Il corpo si prepara all’inverno in autunno ed all’estate in primavera.
Spesso si avverte un cambiamento dei ritmi interni e si mettono in atto piccole modifiche della propria vita.  In autunno si va un po’ meno dall’estetista, si cerca piuttosto di fare qualche massaggio in più, si diventa un po’ più pigri, e si scelgono alimenti più caldi, si preferiscono le minestre alle insalate.
In primavera torna la voglia di muoversi, ci si iscrive in palestra, si scelgono alimenti più freschi e, così come nell’orto spunta l’insalatina ed i nuovi ortaggi, presagio d’estate, desideriamo alimenti e bevande freddi e dissetanti. Che lo vogliamo o meno il nostro corpo si adegua al ritmo delle stagioni. Ed i periodi in cui questo è più evidente sono appunto l’autunno e la primavera.

Collaboriamo col nostro corpo: programma AUTUNNO.

Al mattino:
Al risveglio:  bere due bicchieri di acqua intiepidita, con qualche goccia di limone.
Preparare una bottiglia d’acqua di almeno un litro, da consumare nell’arco della giornata, con un tappo di DETOX FEE e 15 gocce di DETOX A FEE.

Prima di fare colazione, procediamo alla pulizia del viso:  INLIGHT FACE CLEANSER, massaggiamo con cura una piccola quantità di prodotto, soprattutto in quelle zone dove spesso residua il trucco, contorno occhi e labbra, e lasciamo agire qualche minuto, mentre prepariamo la prima colazione.  Prima di sederci a tavola, rimuoviamo il Face Cleanser dal viso imbevendo di INLIGHT FLORAL FACE TONIC del cotone idrofilo,  e sciacquiamo  il viso con acqua tiepida.
Due volte alla settimana esfoliamo e purifichiamo la pelle del viso mescolando un cucchiaino di INLIGHT FACE CLEANSER con un cucchiaino di zucchero(^) strofinando delicatamente il viso, insistendo sul naso sulle tempie e sul mento e sulla fronte.
Durante o subito dopo la colazione, sciogliamo una bustina di MICROFLOR 130 (*) in un bicchiere d’acqua e beviamolo.  Una volta finita la confezione di 7 bustine, passare a due capsule di MICROFLOR 32 (*), con poca acqua.

Subito dopo colazione fare la doccia, in un ambiente ben riscaldato, frizionando vigorosamente il corpo con una spugna ruvida, in modo da attivare la circolazione.  Nell’asciugarsi, dopo la doccia, usare un asciugamano ruvido per strofinare ancora con vigore e con moto circolare il corpo, le spalle, l’addome e i glutei.

Una volta asciutti, idratare la pelle del corpo con l’uso di INLIGHT FIRM&TONE OIL.
Due volte alla settimana esfoliamo e purifichiamo la pelle del corpo mescolando un cucchiaio di INLIGHT FACE CLEANSER con un cucchiaio  di sale(^) strofinando le braccia (insistendo sui gomiti), i glutei, la pancia i piedi (insistendo sui talloni).

Prima del trucco per le donne, e dopo la rasatura per gli uomini, cospargere il viso con poche gocce di INLIGHT DAILY FACE OIL, leggero, traspirante e protettivo.
Durante la giornata consumare l’acqua preparata al mattino.
La sera, prima di andare a dormire, ripetere l’operazione di pulizia profonda del viso col Face Cleanser e il Floral Face Tonic, e, dopo la doccia, nutrire col INLIGHT NIGHT BALM.

 

Fare una doccia tiepida, lasciando scorrere l’acqua affinché rimuova la stanchezza della giornata e dopo essersi asciugati, idratare il corpo con  FIRM&TONE OIL, e massaggiare i piedi con il FOOT&LEG BALM.
Dopo i primi 15 giorni, avremo ancora gran parte dei prodotti utilizzati, e, una volta ritornati ad un regime di normalità alimentare, converrà utilizzarli fino al loro esaurimento (Detox, Microflor, e Inlight)

Piccoli consigli sull’alimentazione:
Durante i 15 giorni dedicati alla disintossicazione, è preferibile seguire una dieta vegetariana e priva di latte e derivati, ricca di liquidi, soprattutto caldi, a basso tenore proteico. Naturalmente, nei limiti del possibile è meglio utilizzare prodotti biologici.
A colazione preferire il tè al caffè, ed ancor meglio una tisana o il caffè d’orzo, fiocchi di cereali, pane tostato, poca marmellata e usare miele o malto per dolcificare, chi preferisce il gusto salato può usare un filo d’olio e sale, o 1 cucchiaino di burro di sesamo (tahin). Fette biscottate, fette di riso soffiato, o di altri cerali soffiati sono in commercio. Se si dispone di tempo, preparare una piadina con farina, acqua e sale da cuocere in una padella antiaderente. Latte di riso o cereali (avena, kamut, farro…).

Fare spuntini con la frutta, anche cotta. Oppure con una decina di mandorle o noci. Dell’uvetta passa. E tisane a volontà.
A pranzo e a cena, zuppe di verdura, talvolta con legumi e cereali: zucca e patate in brodo, piselli e cipolle, lenticchie e spinaci, verza mela e patate, zuppa di porri, fagioli e scarola, minestrone, ceci in brodo vegetale, riso (o farro, o kamut) in brodo vegetale, farro e fagioli. E’ importante soprattutto che siano minestre molto liquide.

Nei 15 giorni detox, è preferibile evitare l’eccesso di cereali, grassi e zuccheri, e ridurre al minimo l’apporto proteico (legumi) e del sale.  E’ invece indispensabile introdurre l’acqua, veicolo di eliminazione delle scorie, quindi ai primi segnali di fame, bere tisane, brodo, acqua e solo dopo essersi sentiti sazi passare al pasto, se è l’ ora del pasto, o allo spuntino.
Per quanto riguarda i cereali ricordare che oramai ne è disponibile in commercio una grande varietà, ed il nostro corpo ha anche bisogno di disintossicarsi dalle abitudini, come quella del grano (pasta e pane).  Cereali come grano saraceno, amaranto, miglio e quinoa, sprovvisti di glutine e farro o kamut (esistono in commercio anche già cotti), sono alimenti simili al grano e diversi, e sono ricchi di minerali. Il riso integrale o bianco esiste in moltissime varietà.  I legumi si trovano già cotti e le verdure surgelate, anche biologici.
E’ molto probabile che questo tipo di alimentazione porti ad una riduzione del peso, che, se indesiderata, può essere contenuta arricchendo di condimenti i cibi, olio extravergine d’oliva, burro di sesamo, marmellata, miele, frutta secca.
Momenti di relax:un libro o della buona musica sono preferibili alla tv, qualche momento in solitudine e silenzio, e qualche minuto prima di ogni operazione dedichiamo ad essa la nostra attenzione totalmente.  Se abbiamo solo 5 minuti per il pranzo, dedichiamoci completamente ad esso. Ricordare che camminare è fondamentale per stimolare il ricambio cellulare.

 

(*) una volta iniziata la disintossicazione cominciano a insorgere sintomatologie un po’ fastidiose (eliminazione) che possono essere a carico della pelle: piccole aree di desquamazione o irritazione, o manifestazioni come quella dell’eccesso di aria nell’addome.  Uno dei segni che il microflor sta facendo bene il suo lavoro è proprio questo e non solo, il sintomo indica anche che era indispensabile il ripristino della flora intestinale.  Se per motivi di ordine sociale questo sintomo è particolarmente sgradito, è consigliabile spostare l’assunzione del microflor al pasto serale.    Lo stesso vale per l’  intenso effetto disintossicante di  Detox  FEE e  dell`INLIGHT Firm&Tone Oil, che,  insieme all’assunzione di acqua, provocano un notevole aumento della diuresi (lavaggio interno del corpo).  Spostare l’assunzione di liquidi a quando sarà possibile gestirne l’eliminazione.

(^)come esfoliante lo zucchero, la cui azione meccanica è più delicata, è più adatto per il viso, mentre per il corpo è consigliabile il sale che oltre alla sua azione meccanica ha la capacità di estrarre tossine grazie alle sue proprietà igroscopiche.