La tua lingua: Italiano
La tua lingua:
Cerca

Omeopatia veterinaria

 

La nascita dell’omeopatia veterinaria è praticamente contemporanea ed integrata con quella dell’omeopatia “ad uso umano”, poiché tutti gli esseri viventi sottostanno alle stesse leggi naturali.
La prima legge hahnemanniana, quella della similitudine “Similia similibus curentur” non prescinde dalla tipologia dell’organismo, sia esso animale, umano o addirittura facente parte del regno vegetale.


Alcuni medici veterinari meritano speciale menzione per il contributo dato: uno dei principali collaboratori di Hahnemann, il Dottor Ruckert, era un veterinario e compilò il primo repertorio omeopatico, strumento fondamentale per l’omeopata.


AI Dottor Lux, anch’egli veterinario, si deve la scoperta dei “nosodi”, rimedi di origine biologica, il cui utilizzo è da sempre fondamentale in omeopatia per la prevenzione e la cura di molte patologie che affliggono gli uomini e gli animali.


Il Dottor Brunson, medico veterinario, è a capo di una delle più prestigiose scuole di omeopatia in Belgio: il Centre Liégeois d’Homéopathie di Esneux.
I medici veterinari di tutto il mondo hanno dato un importante contributo all’evoluzione dell’omeopatia, perché i risultati terapeutici da loro ottenuti sono prova certa dell’efficacia dell’omeopatia come tecnica terapeutica.


Il farmaco omeopatico utilizzato in veterinaria, cioè, non può essere ritenuto un semplice “placebo”, poiché gli animali non ne subiscono l’effetto e costituisce quindi la base della veridicità scientifica dell’omeopatia stessa.


Ce.M.O.N. ha da sempre posto attenzione infinita verso la natura e gli animali ed alle loro interazioni e sostiene l’importanza dell’omeopatia veterinaria. Gli animali trattati omeopaticamente non hanno residui tossici nelle carni e nei loro derivati destinati all’alimentazione di altri animali e dell’uomo (uova, latte).


I loro rifiuti hanno impatto ambientale “zero”, poiché non contengono inquinanti chimici derivati da molecole di sintesi. Ecco perché Ce.M.O.N. sostiene l’omeopatia veterinaria, anche come atto per la salvaguardia ed il rispetto per l’ambiente.


Attenzione particolare viene data agli animali da compagnia, colpiti sempre di più dalle stesse patologie che affliggono i rispettivi padroni. Sia la causa di ciò la convivenza, sia l’empatia patogenetica o sia una componente psico-somatica legata all’umore del quotidiano, essi possono trarre moltissimi benefici dall’utilizzo dei farmaci omeopatici, anche in fase preventiva.


Ce.M.O.N. sostiene molte scuole di formazione in omeopatia veterinaria per i laureati provenienti dal corso di studio, anche attraverso la fondazione dell’Associazione della Libera Università Internazionale di Medicina Omeopatica.

 

Ce.M.O.N. ha creato DYNAVET, linea di OMEOTERAPICI specifici per uso veterinario, associazioni di rimedi le cui formulazioni si rifanno alla patogenesi dei singoli rimedi che li compongono.

 

A sostegno del lavoro dei Medici Veterinari, Ce.M.O.N  ha anche preparato specifiche confezioni di rimedio unitario in flaconi più grandi e più maneggevoli per la pratica ambulatoriale e di stalla, garantendo la stessa qualità e gli standard GMP,  riservate ai farmaci destinati all’uso umano.

Le confezioni DYNAVET di rimedio unitario, SONO REGISTRATE PER USO UMANO, ma detenibili e prescrivibili come uso in deroga dai Medici Veterinari (art. 10-11 d.lvo 193/2006).


L’Azienda garantisce che a nessun titolo viene effettuata alcuna sperimentazione sugli animali e contribuisce al progetto dell’ecosostenibilità, perché, riportando allo stato di salute ogni animale mediante terapie non invasive, quindi rendendo più incontaminati gli alimenti di origine animale, si riduce l’impatto ambientale conseguente all’utilizzo dei farmaci di sintesi.