La tua lingua: Italiano
La tua lingua:
Cerca

Le origini della medicina omeopatica

 

«[...]Non esistono, però, malattie, ma per ogni organismo malato sintomi di malattie specifici ed irripetibili»

 

L'Omeopatia è stata fondata dal medico tedesco Christian Friedrich Samuel Hahnemann (Meissen 1755-Parigi 1843), nel momento in cui elevò a legge il Principio di Similitudine, di ippocratica memoria, codificando la Sperimentazione Pura sull'Uomo Sano. Ma andiamo per ordine.


Hahnemann era un profondo conoscitore della botanica e della chimica, ma potremmo dire della Natura nei suoi vari aspetti, oltre ad avere un'intelligenza viva, una memoria di ferro ed una logica ferrea. Conoscendo moltissime lingue, riusciva a studiare tutto quello che c'era di disponibile all'epoca e che poteva servirgli per migliorare la sua cultura e la sua attività di medico, animata da vero spirito missionario. Dotato di una grande umanità, non riusciva a sopportare gli scarsi risultati che otteneva nella sua pratica con i mezzi e con le pratiche di allora, che considerava inique e per nulla vantaggiose per i pazienti.


Fu così che un bel giorno si affacciò nella sala d'attesa del suo studio, sempre piena per la stima che godeva presso i pazienti, e disse loro che potevano tornarsene a casa perché lui non era in grado di curarli. Chiuse lo studio e si ritirò dalla professione. Per vivere e mantenere la sua numerosa famiglia, si ingegnò a fare il traduttore di opere mediche e trattati di botanica farmaceutica.


Proprio durante una di queste traduzioni, si trattava della Materia Medica di Cullen, fu attratto dalla descrizione di un'intossicazione da chinino, i cui sintomi erano straordinariamente simili a quelli della malaria. Non ci mise molto a fare il classico “2 + 2”: l'assunzione di chinino sull'uomo sano provoca una sindrome simile a quella malarica, ma per la cura della malaria si usa proprio il chinino!


Hahnemann, che non poteva sopportare di diffondere teorie non convalidate da dati sperimentali,  decise di sperimentare su di sé l'estratto di corteccia di china ed effettivamente arrivò a provare una sindrome del tutto simile a quella malarica, che guarì una volta sospesa la somministrazione. In questo momento nacque l'Omeopatia, con la Legge di Similitudine: la sostanza che è in grado di provocare sperimentalmente sintomi sull'uomo sano è in grado di curare gli stessi sintomi sul malato. Era il 1796.


Da quel momento, il fondatore dell'Omeopatia si dedicò alla ricerca ed assieme ad una decina di fedeli collaboratori sperimentò molte altre sostanze provenienti dai 3 Regni della Natura e ricominciò la pratica medica con il suo nuovo metodo, che dimostrava anche come siano i sintomi ad indicare il rimedio e non il nome della malattia, come nella medicina allopatica. Disse infatti: “[...]Non esistono, però, malattie, ma per ogni organismo malato sintomi di malattie specifici ed irripetibili.”


Con i suoi colleghi ottenne guarigioni stupefacenti per l'epoca e l'Omeopatia si diffuse a macchia d'olio in Europa ed oltre oceano.


Pare che in Italia l'Omeopatia sia arrivata prima a Napoli. “L'osservatore Medico” di Napoli pubblicò già nel 1801 le prime informazioni sulla medicina omeopatica, anche se un Editto del Regno Lombardo Veneto del 4 novembre 1819, che imponeva la sospensione della pratica dell'Omeopatia, terrebbe aperta la questione (“il Medico Omeopata” n° 25, L'Omeopatia a Venezia, di Mario Buttignol). Ad ogni modo, non c'è dubbio che Napoli sia stata la vera culla della Medicina Omeopatica in Italia ed in poco tempo giunsero in città malati che da anni non riuscivano a guarire con le cure tradizionali. Nemmeno sorprende che la città partenopea sia stata uno dei primi centri di diffusione di questo metodo di cura non invasivo: nel XVIII e XIX secolo, infatti, Napoli era al massimo del suo splendore e rappresentava un nucleo culturale di livello internazionale. Nulla accade per caso e non può essere un caso che Ce.M.O.N. – Presidio Omeopatia Italiana abbia sede proprio a Napoli!

Oggi i rimedi omeopatici sperimentati con il metodo hahnemanniano sono circa 1500-1600, ma la storia continua... e noi ci siamo.


Approfondimenti e Risorse utili :


Cristiano Federico Samuele Hahnemann - Dottor Carlo Melodia, Segretario della Luimo

Estratto dal Libro "Corso Di Medicina Omeopatica Per Farmacisti A Cura Del Dr. Carlo Melodia"