FEE

FitoEmbrioEstratti per un approccio terapeutico alle disfunzioni organiche.

FitoEmbrioEstratti fanno parte delle terapeutiche naturali del terreno. Il loro utilizzo risponde ad un approccio terapeutico alle disfunzioni organiche, al fine di ristabilire la fisiologia propizia alla salute, ciò mediante i principi embrionali dei vegetali.

L’utilizzo dei FitoEmbrioEstratti si fonda sulla valorizzazione biologica dei tessuti embrionali vegetali. Il tessuto vegetale embrionale, cioè in pieno potenziale di crescita e dunque di rigenerazione, è capace di rilanciare i meccanismi fisiologici propizi alla salute dell’uomo.

In termini di utilizzo terapeutico, la fitoterapia classica basa la sua azione su un effetto terapeutico ottenuto da tessuti vegetali adulti differenziati, essa constata i miglioramenti delle disfunzioni dell’organismo. L’utilizzo fisiologico dei FEE è un utilizzo molto più dolce, poiché i tessuti embrionali vegetali regolano le disfunzioni rispettando la fisiologia e senza alcun effetto collaterale. Così, ciascun terapeuta può utilizzali sulle donne incinte e in età pediatrica, persino sui neonati.

Vista l’innocuità dei prodotti, l’utilizzo dei FEE cemon apre a utilizzi terapeutici molto ampi, con la possibilità di associarli ad altre terapie naturali o non naturali.

I FEE sono disponibili in flacone da 15ml con contagocce.
Detox FEE è disponibile in flacone da 200ml con cucchiaino dosatore.

 

ABETE BIANCO FEE (Abies pectinata)

Coadiuvante fondamentale nella crescita del bambino (soprattutto in quello cosiddetto “tubercolinico”) che deve svilupparsi (verticalizzarsi), difendere il suo territorio, rigenerare il suo terreno per ottimizzarne lo sviluppo stesso. Azione remineralizzante (rachitismo, consolidamento delle fratture, osteomalacia, osteoporosi, disturbi e dolori di crescita), ricostituente e stimolante l’azione degli osteoblasti e la sintesi dei globuli rossi (eritropoiesi). 

ACERO FEE (Acer campestris)

Coadiuvante il metabolismo epato-bilio-pancreatico, aiuta a regolarizzare la colesterolemia, ha un’azione colagoga e coleretica (riducendo il fango biliare) Coadiuva il sistema immunitario nei confronti delle infezioni virali quali herpes zooster, epatite C e sindromi da immunodeficienza. Agisce anche nelle sindromi depressive (soprattutto quando l’essere umano è piegato sotto il peso delle difficoltà), nelle nevrosi d’angoscia, nella fibromialgia e nella sindrome da affaticamento cronico. 

ALBERO DI GIUDA FEE (Cercis siliquastrum)

Coadiuvante la circolazione e gli organi ad essa deputati. Coadiuva l’azione anti-trombotica, anche dei piccoli vasi (retina). Protegge le arterie. Migliora l’irrorazione degli organi nobili, ha un’azione anti-aterosclerosi e protegge cervello, fegato e reni.

BETULLA BIANCA FEE (Betula verrucosa)

Coadiuvante la rigenerazione dei tessuti ossei, la consolidazione della struttura, stimola la crescita. Coadiuvante lo stimolo della diuresi, diminuendo gli edemi declivi, l’albuminuria e la dispnea senza irritazione e per azione diretta sull’epitelio renale. Coadiuvante la diminuzione dei nodi fibro-connettivali della cellulite. Azione sul Sistema Reticolo Endoteliale stimolando  macrofagi e osteoblasti.. Contribuisce a ridurre l’iperuricemia, la creatininemia e l’albuminuria. Azione diuretica uricolitica utile quindi nella litiasi renale (renella).

BETULLA PUBESCENTE FEE (Betula pubescens)

Coadiuvante la funzione endocrina in generale, soprattutto in soggetti anziani o stanchi. Stimola le gonadi in caso di astenia sessuale sia maschile sia femminile. Tropismo per il sistema osteoarticolare, in particolare nei casi di frattura, decalcificazione e osteoartrite, specie nel soggetto anziano. Drenante e depurante profondo del terreno “acido”, in un paziente intossicato da abusi farmacologici, alimentari e di altro genere, contribuisce a chiarire il caso.

BIANCOSPINO FEE (Crataegus oxyacantha)

Coadiuvante l’azione sedativa sul sistema nervoso riducendo l’angoscia cardiaca, la bulimia, l’ansia attraverso un riequilibrio orto-parasimpatico. Contribuisce a regolare il ritmo cardiaco soprattutto in palpitazioni, tachicardia, extrasistoli, aritmia e angina pectoris. Azione digital-like sul miocardio deficitario. Utile nelle sequele post-infartuali. Regolatore della pressione arteriosa, specie con una componente nervosa accentuata. Anti-sclerotico e anti-coagulante. Utile anche nei sintomi dell’ipertiroidismo.

CARPINO FEE (Carpinus betulus)

Coadiuvante la funzione piastrinopoietica migliorando piastrinopenie acquisite, genetiche o iatrogene. Contribuisce all’azione ipo-colesterolemizzante e alla prevenzione dell’aterosclerosi. Agisce sulle infiammazioni delle vie aeree superiori quali riniti, sinusiti, tracheo-bronchiti. Contribuisce al buon funzionamento del fegato. Migliora la sintomatologia della periartrite nodosa (P.N.) e della poliartrite cronica  evolutiva (P.C.E.).

CASTAGNO FEE (Castanea vesca)

Coadiuvante il buon funzionamento del sistema venoso (soprattutto femminile). Contribuisce a decongestionare la piccola pelvi e la relativa stasi. Tonico della parete venosa riduce la sensazione di gambe “pesanti”, le varici, gli eritemi e le ulcere varicose. Coadiuvante il buon funzionamento del sistema linfatico che porta a edemi e cellulite.

CEDRO DEL LIBANO FEE (Cedrus libani)

Coadiuvante il mantenimento dell’integrità della pelle, soprattutto per quanto riguarda le eruzioni secche quali: prurito, pelle secca, rugosa, disidratata, dermatosi cronica, cheratosi, psoriasi e lichen. Coadiuvante il drenaggio profondo dell’organismo per diminuire il carico tossinico dall’interno, “alleggerendo” l’emuntorio pelle. Efficace nelle intossicazioni croniche, che datano da molto tempo.

CORNIOLO FEE (Cornus sanguinea)

Coadiuvante il buon funzionamento del sistema cardiovascolare. Grande protettore delle arterie coronarie e del cuore, specie quello senile. Coadiuvante nelle sequele dell’infarto cardiaco. Protegge da processi infiammatori l’albero artero-venoso. Efficace in tutte le infiammazioni subacute con rischio di necrosi. Coadiuvante nel riequilibrare la tachicardia dell’ipertiroidismo.

ERICA FEE (Erica vulgaris)

Coadiuvante il ripristino della funzionalità renale e della conseguente creatininemia. Azione diuretica e antibatterica utile in cistiti, pielonefriti e litiasi renale. Azione uricosurica quindi utile negli stati gottosi. Come effetto secondario migliora lo stato dell’emuntorio pelle, dando giovamento nell’eczema secco, nella pitiriasi e nell’ittiosi.

FAGGIO FEE (Fagus sylvatica)

Coadiuvante il buon funzionamento del sistema immunitario, soprattutto in quei casi dove ci sia un’ipo-gamma-globulinemia. È utile nelle malattie infettive con decorso cronico con intensa astenia. Aiuta a prevenire la sclerosi dei tessuti in generale e i fenomeni ateromasici e la fibrosclerosi polmonare e renale in particolare.

FICO FEE (Ficus carica)

Coadiuvante la digestione: a livello orale (gestisce equilibrio batterico gengivale), a livello gastrico (normalizza la secrezione dei succhi gastrici), a livello intestinale dove mantiene la funzionalità e la permeabilità, ripristinando la flora batterica. Efficace nelle disfagie, gastriti più o meno associate ad anemia ferropriva, ulcera peptica e colite. A livello psichico aiuta a “digerire” gli eventi della vita. Regola l’appetito evitando attacchi bulimici. È un anti-stress dove predominano insonnia, ipersensibilità sensoriale e fenomeni spasmodici Utile anche nei casi di eritema o allergia ai raggi solari.

FRASSINO FEE (Fraxinus excelsior)

Coadiuvante la funzione drenante e detossificante renale. Anti-edemigeno, soprattutto quelli articolari. Migliora il funzionamento della loggia renale in toto e quindi anche della ghiandola surrenale. Facilita l’eliminazione dell’acido urico, quindi è un rimedio fondamentale degli stati infiammatori articolari, la gotta; combatte l’acidosi articolare. Ottimo tonico di legamenti articolari e sinovia.

GELSO NERO FEE (Morus nigra)

Coadiuvante il riequilibrio del metabolismo glucidico, soprattutto nel diabete non insulino-dipendente riducendo le complicanze vascolari. Riequilibra le mucose dell’apparato respiratorio controllando le infiammazioni soprattutto quelle virali. Riequilibra le mucose dell’apparato digerente regolando la motilità gastro-intestinale.

GINEPRO FEE (Juniperus communis)

Coadiuvante il buon funzionamento del sistema immunitario, soprattutto in quei casi dove ci sia un’ipo-gamma-globulinemia. È utile nelle malattie infettive con decorso cronico con intensa astenia. Aiuta a prevenire la sclerosi dei tessuti in generale e i fenomeni ateromasici e la fibrosclerosi polmonare e renale in particolare.

GINKGO BILOBA FEE (Ginkgo biloba)

Coadiuvante la digestione: a livello orale (gestisce equilibrio batterico gengivale), a livello gastrico (normalizza la secrezione dei succhi gastrici), a livello intestinale dove mantiene la funzionalità e la permeabilità, ripristinando la flora batterica. Efficace nelle disfagie, gastriti più o meno associate ad anemia ferropriva, ulcera peptica e colite. A livello psichico aiuta a “digerire” gli eventi della vita. Regola l’appetito evitando attacchi bulimici. È un anti-stress dove predominano insonnia, ipersensibilità sensoriale e fenomeni spasmodici Utile anche nei casi di eritema o allergia ai raggi solari.

IPPOCASTANO FEE (Aesculus hippocastanum)

Coadiuvante la circolazione venosa, soprattutto del plesso emorroidario, arrestandone i sanguinamenti. Coadiuvante il contenimento delle varici congestizie con ecchimosi. Aiuta a risolvere la congestione della piccola pelvi, come ad esempio nella sindrome premestruale e prostatica. Contribuisce a lenire i crampi e le gambe “senza riposo” su base circolatoria. Contribuisce a lenire i sintomi dell’enfisema polmonare, delle teleangectasie e la couperose del volto (spesso associato a un’insufficienza venosa della parte inferiore del corpo).

LAMPONE FEE (Rubus idaeus)

Coadiuvante lo stimolo della funzionalità ovarica, soprattutto nell’età puberale: quindi ritardo nel menarca, ipomenorrea, amenorrea, ipogonadismo, sindrome premestruale, menorragia menopausale. Armonizza la prima fase della gravidanza ed ha un effetto tonificante e antispastico sulla muscolatura uterina (tendenza all’aborto spontaneo). Coadiuva il buon funzionamento del fegato, dove dal colesterolo si formano gli ormoni steroidei. Coadiuvante nel contrastare gli effetti collaterali della pillola anticoncezionale. Contribuisce a lenire i processi infiammatori: respiratori, colitici

LARICE FEE (Larix decidua)

Coadiuvante la prevenzione delle affezioni vascolari e linfatiche. Corrobora la tonicità e la vasocostrizione dei capillari (venule e arteriole), teleangectasie, angiopsatirosi, dilatazione e rottura di capillari, angioiti, geloni, epistassi soprattutto in pazienti ipotesi. Coadiuvante nel contrastare la sclerosi dell’aorta e utile negli angiomi vascolari. Contribuisce alla vasocostrizione anche del plesso emorroidario. Essendo ricco di flavonoidi, vit C e kaempferolo è utile come anti-ossidante e anti-infiammatorio a livello: reumatico, bronco-polmonare.

LILLÀ FEE (Syringa vulgaris)

Coadiuvante la vascolarizzazione miocardica, soprattutto quando è deficitaria in quanto ha un’azione antispastica. Utile come coadiuvante nei pazienti affetti da angina pectoris, in caso di scompenso cardiaco e protegge il cuore affaticato (nei pazienti coronaropatici è sconsigliabile assumerlo in forti dosi per evitare un brusco afflusso di sangue nelle coronarie). Coadiuvante l’eliminazione dell’urea, dell’acido urico e del colesterolo. Utile nell’ateromatosi e nelle sclerosi soprattutto di reni e polmoni. Coadiuvante nel gestire le reazioni allergiche.

LIMONE FEE (Citrus limon)

Coadiuvante l’azione fluidificante e anti-trombotica del sangue, migliorando le trombosi varicose e le arteriti. A livello cardiaco, come coadiuvante, migliora le palpitazioni e l’angina pectoris. Controlla l’ateromatosi e l’aterosclerosi vasale in qualsiasi distretto (cardiaco, cerebrale, retinico –degenerazione maculare senile-, carotideo, ecc…) Coadiuvante nell’insufficienza della cellula epatica, nella calcolosi biliare e nelle emicranie digestive.

MANDORLO FEE (Prunus amigdalus)

Coadiuvante lo stimolo della funzionalità ovarica, soprattutto nell’età puberale: quindi ritardo nel menarca, ipomenorrea, amenorrea, ipogonadismo, sindrome premestruale, menorragia menopausale. Armonizza la prima fase della gravidanza ed ha un effetto tonificante e antispastico sulla muscolatura uterina (tendenza all’aborto spontaneo). Coadiuva il buon funzionamento del fegato, dove dal colesterolo si formano gli ormoni steroidei. Coadiuvante nel contrastare gli effetti collaterali della pillola anticoncezionale. Contribuisce a lenire i processi infiammatori: respiratori, colitici

LARICE FEE (Larix decidua)

Coadiuvante la prevenzione delle affezioni vascolari e linfatiche. Corrobora la tonicità e la vasocostrizione dei capillari (venule e arteriole), teleangectasie, angiopsatirosi, dilatazione e rottura di capillari, angioiti, geloni, epistassi soprattutto in pazienti ipotesi. Coadiuvante nel contrastare la sclerosi dell’aorta e utile negli angiomi vascolari. Contribuisce alla vasocostrizione anche del plesso emorroidario. Essendo ricco di flavonoidi, vit C e kaempferolo è utile come anti-ossidante e anti-infiammatorio a livello: reumatico, bronco-polmonare.

MANDORLO FEE (Prunus amigdalus)

Coadiuvante la funzionalità epatica contribuisce a regolarizzare il metabolismo lipidico (trigliceridi e colesterolo). Contribuisce a ridurre la formazione di calcoli biliari. Per quest’azione sul fegato coadiuva il sistema vascolare prevenendo le trombosi, l’iper-coagulazione e la sclerosi. Coadiuvante la funzionalità renale dove anche in questo distretto esercita un’azione anti-sclerotica a livello vasale e tissutale, quindi utile in casi di nefrosi lipidica e amilosi renale.

MELO FEE (Malus communis)

Coadiuvante l’azione antiossidante, protettrice del sistema vascolare e modula gli ormoni tiroidei. Contribuisce a regolare l’ipercolesterolemia (riducendo la frazione LDL e aumentando quella HDL) e l’ipertrigliceridemia. Coadiuva l’azione progesterone-like per armonizzare il ciclo mestruale dell’adolescente. Armonizza la degradazione degli ormoni steroidei estro-progestinici evitando così il falso iperestrogenismo ematico. Coadiuva l’azione antiossidante e la protezione vascolare, aiutando l’attività intellettiva, migliorando la concentrazione, la memoria; ha un’azione tranquillizzante sull’ansia.

MIRTILLO NERO FEE (Vaccinium myrtillus)

Coadiuvante la funzionalità protettiva degli organi per la sua azione vascolare. Coadiuva e rinforza il terreno siliceo e acido del paziente. Coadiuva l’azione protettiva vascolare per l’elevato contenuto in tannini. Coadiuva l’azione antiaggregante, migliorando il microcircolo a livello retinico, cerebrale e dell’orecchio interno. Coadiuva l’azione ipoglicemizzante contribuendo a riequilibrare la retinopatia diabetica. Coadiuva l’azione anti-colitica e anti-diarroica infettiva.

MIRTILLO ROSSO FEE (Vaccinium vitis idaea)

Coadiuvante l’azione estrogen-like, è un rimedio della menopausa e dei suoi disturbi (vampate, osteoporosi, fibromi uterini, ecc…) Coadiuva il benessere e la funzionalità delle mucose intestinali e polmonari, stimola la flora batterica e modula il transito intestinale (stipsi, diarrea, colite, post-antibioticoterapia, colibacillosi). Coadiuva l’azione anti-fibrosi polmonare. Coadiuva l’azione reumatologica in caso di osteoporosi, artrosi, poliartrite cronica evolutiva. Favorisce l’assorbimento di calcio a livello intestinale. Contribuisce a disintossicare e a deacidificare il terreno per stimolo sull’emuntorio renale, a decongestionare la prostata e a risolvere le cistiti croniche. Migliorando l’eliminazione di tossine acide contribuisce a rallentare l’invecchiamento dei tessuti.

NOCCIOLO FEE (Corylus avellana)

Coadiuvante l’azione antisclerosi dei tessuti, in quanto un tessuto poco ossigenato tende a sclerotizzarsi. Coadiuva i rimedi della funzionalità polmonare ed è utile in casi di enfisema e affezioni più profonde quali polmoni trattati con chemioterapia o radioterapia. Coadiuva la protezione della circolazione artero-venosa. Coadiuva i rimedi ad azione epatica con sclerosi (steatosi, cirrosi, ecc…). Coadiuva il riequilibrio neurovegetativo e i risvegli notturni, soprattutto in pazienti a tendenza sclerotica.

NOCE FEE (Juglans regia)

Coadiuvante l’azione corroborante di pelle (comunicazione esterna), mucose (comunicazione interna) e sierose (comunicazione profonda). Coadiuva l’azione dei rimedi sulla pelle per patologie quali psoriasi, lupus, sclerodermia, dermatosi infettive (eczema, impetigine), soprattutto in un quadro complicato da disbiosi intestinale e parassitosi. Coadiuva l’azione della flora intestinale, soprattutto dopo antibioticoterapia. Coadiuva l’azione anche sulle mucose respiratorie infiammate (sinusiti, angina orale, bronchiti croniche e allergia) e sulle sierose articolari (poliartrite evolutiva, periartrite, collagenosi auto-immuni). Coadiuva il buon funzionamento del pancreas normalizzando la secrezione insulinica specie nel diabete non insulino-dipendente e del fegato stimolando le cellule del Kupffer.

OLIVELLO SPINOSO FEE (Hippophae rhamnoides)

Coadiuvante l’azione riequilibrante del sistema immunitario, specie in inverno, per contrastare i colpi di freddo e le infiammazioni ricorrenti ORL. Coadiuvante nel migliorare la funzione visiva, nel proteggere dalle radiazioni e nell’accompagnare la senescenza.

OLIVO FEE (Olea europaea)

Coadiuvante l’azione protettrice sul sistema vascolare, soprattutto cerebrale e dei vasi del sistema nervoso, ritardando l’aterosclerosi, migliorando la memoria dei pazienti affetti da Morbo di Parkinson e di Alzheimer, sclerosi a placche. Coadiuva l’azione anti-ateromasica, fluidificante e ipotensiva. Coadiuva l’azione colagoga, ipoglicemizzante e ipocolesterolemizzante.

Newsletter

Dichiara di aver letto la Privacy Policy

Pin It on Pinterest

Share This